Subduction channel and exhumation of high pressure ophiolites: structural and petrologic data from the Voltri massif, Western Alps

Cristina Malatesta (*), Laura Crispini (*), Laura Federico (*), Giovanni Capponi (*) & Marco Scambelluri (*)
(*) Dipartimento per lo Studio del Territorio e delle sue Risorse, Università di Genova, Corso Europa 26, 16132 Genova, Italy.


DOI: https://doi.org/         Pages: 76-77

Abstract

Il canale di subduzione e l'esumazione delle ofioliti di Alta Pressione: dati strutturali e petrologici dal Massiccio di Voltri, Alpi Occidentali. Il settore orientale del Massiccio di Voltri è costituito da serpentiniti e metasedimenti intensamente deformati, all'interno dei quali sono immersi corpi di metagabbri, metabasiti, peridotiti e metasedimenti di origine oceanica e continentale. Lo studio di alcuni corpi lentiformi di metagabbro ha permesso di definirne l'assetto geometrico-strutturale e la loro evoluzione metamorfica. La forte ripartizione della deformazione ha permesso la preservazione di tessiture magmatiche ignee nei cuori delle lenti, sostituite staticamente dalle paragenesi metamorfiche di alta-pressione. L'analisi petrografica, confrontata con pseudosezioni P-T prodotte per una determinata composizione di roccia totale, ha permesso di evidenziare che i corpi di metagabbro registrano picchi metamorfici variabili dai 10-15 kbar e 450-500° C ai 22-28 kbar e 460-500° C. Questi dati, confrontati con quelli bibliografici, mostrano che nell'ambito del Massiccio di Voltri esistono condizioni metamorfiche di picco variabili dalla facies eclogitica fino a condizioni tipiche della facies scisti verdi. La presenza di serpentiniti e metasedimenti intensamente deformati che fasciano lenti di diversi litotipi, i picchi metamorfici variabili registrati dai vari corpi e la forte ripartizione della deformazione fanno supporre che il Massiccio di Voltri possa essere considerato un mélange tettonico, esumato in un canale serpentinitico formatosi durante la subduzione alpina.

Keywords


Get Full Text